circolo tennis biella

1928, nasce il primo club tennistico biellese

Nel 1928 un gruppo di appassionati (trentasei per la precisione) decise di dar vita al primo club tennistico di Biella: la “Sezione Tennis”.

Il 1928 rappresenta dunque l’anno di nascita “ufficiale” della “Sezione Tennis”, perché già da alcuni anni erano stati costruiti nella zona dei campi privati, nelle ville della periferia o in alcuni paesini dei dintorni frequentati durante la stagione estiva da villeggianti e turisti.

Certo allora pareva cosa strana e faceva un certo effetto intravedere dietro le maglie delle cancellate o dagli squarci delle siepi, distinti signori vestiti di bianco e dame con candide ampie gonne pieghettate ed enormi cappellini antisole lanciare, di qua e di là di una rete, una palla, ribattendola con una racchetta dal lungo manico. Era uno sport d’elite che solo pochi iniziati potevano permettersi e che veniva praticato così, alla buona, senza badare tanto allo stile e alle regole del gioco.

Il contributo di Oreste Rivetti e Gino Ramma

Oreste Rivetti mise a disposizione il terreno nel “Campo Sportivo Rivetti” e un esponente del nuovo gruppo, Gino Ramma, meravigliosa figura di vero sportivo biellese, fece costruire e allestire, a sue complete spese, un regolare campo da gioco.

Così iniziò la vita tennistica della città con gare “quasi” regolari, piene di vitalità ed entusiasmo, che contribuirono ad allargare la conoscenza del nuovo sport favorendo l’adesione sempre più numerosa di appassionati locali.

Arturo Castoldi fonda il Tennis Biella

Dopo poco più di un anno di attività la Sezione Tennis rischiò però di naufragare, a causa delle ire del torrente Cervo che erose le fondamenta del campo da gioco rendendolo malsicuro. Arturo Castoldi, al cui nome furono legate per tanto tempo le sorti del tennis biellese e notevoli affermazioni agonistiche, creò allora in via Carso il Tennis Biella, assorbendo in questo nome anche la Sezione Tennis.

Maggiori adesioni, più solide basi, partecipazione a Tornei, esibizioni di grandi campioni di fama nazionale, contribuirono in maniera rilevante, in questo periodo a divulgare sempre più la pratica di questo sport tra i biellesi, che cominciarono così ad affermarsi anche in campo regionale.

1937, il Tennis Biella si trasferisce allo Stadio Lamarmora

Nel 1937 il Tennis Biella trasferì la sua sede nel nuovo Stadio Lamarmora. Qui furono costruiti ben tre campi da gioco e moderni locali sistemati sotto la tribuna per il pubblico prospiciente al campo principale.

Col passare degli anni furono allestiti altri campi: uno nel 1949, un altro nel 1952 e il sesto, nel 1962. Successivamente vennero aggiunti altri 2 campi da allenamento, uno prospiciente viale Macallè e uno di fianco al campo n. 6.

Lo sviluppo recente

Negli ultimi 15 anni il Circolo è stato sede di numerose competizioni di alto livello specialmente nel settore femminile che lo ha portato nel 2007 e negli anni successivi a essere sede di un torneo internazionale femminile con un “prize money” di 100.000$ particolarmente apprezzato da parte degli organi federali nazionali e internazionali.